Persone diversamente abili

Interpellanza gruppo PPD depositata il 7.10.2013

Con soddisfazione abbiamo potuto constatare che finalmente a Bellinzona si stanno edificando strutture specifiche per accogliere il sempre maggior numero di anziani alla ricerca di un’abitazione funzionale alle loro esigenze.
D’altro canto constatiamo che per quanto riguarda le strutture idonee ad accogliere persone diversamente abili, ma che allo stesso tempo cercano una relativa indipendenza, ancora molto resta da fare.
Pertanto chiediamo che vengono portate avanti delle politiche atte a favorire l’edificazione di appartamenti per le persone diversamente abili, sfruttando le sinergie con le strutture già esistenti sul territorio comunale. 

Chiediamo pertanto al lodevole Municipio se:

  • è a conoscenza di tale situazione, la sta monitorando, ha contatti in proposito con le autorità cantonali preposte
  • come intende procedere per migliorare questa situazione
  • vi sono sedimi di proprietà comunale che possono essere adibiti a tale scopo
  • Intende incentivare promotori privati in vista dell’edificazione di abitazioni con queste caratteristiche

 Ringraziamo per l’attenzione e porgiamo i nostri migliori saluti.

Gada-Barenco Emanuela (Prima firmataria), Cassina Claudia, Croce Mattei Alice, Demir Sara, Genini Michele, Locatelli Paolo, Pasteris Nicola e Taminelli Rocco

Presenza al mercato cittadino – Iniziative popolari federali.

Da domani 3 marzo e per tutti i mercati del mese sarà allestita una bancarella del Partito Popolare Democratico.
Presso la medesima si potrà incontrare e conoscere i vari candidati al Municipio e Consiglio comunale, gli stessi avranno il piacere di offrirvi un gustoso aperitivo.
In tale occasione sarà possibile sottoscrivere anche le due seguenti iniziative popolari lanciate dal PPD a livello federale

  • Per il matrimonio e la famiglia –  Basta discriminazioni per le coppie sposate.

    La Costituzione federale è modificata come segue:
    Art. 14 cpv. 2 (nuovo)
    Il matrimonio consiste nella durevole convivenza, disciplinata dalla legge, di un uomo e di una donna. Dal punto di vista fiscale, il matrimonio costituisce una comunione economica. Non deve essere svantaggiato rispetto ad altri modi di vita, segnatamente sotto il profilo fiscale e delle assicurazioni sociali.