Seduta del Consiglio comunale del 21.12.2015

Il Consiglio comunale è convocato il 21 dicembre 2015 per la sessione straordinaria con le seguenti trattande principali:

  • M.M.N. 3935 Mandato di prestazione per la gestione del Servizio sport della Città di Bellinzona (Bellinzona Sport)
  • M.M.N. 3936 Messa in cavo della linea di media tensione – Tratta Pianezzo-Carena

AMB-REPARTNER: operazione avventurosa

Chi investe lo fa per migliorare una situazione dopo averne ponderato i vantaggi ed i rischi. Più che una regola d’oro economica, una regola del buon senso comune. Ma all’ombra dei castelli della Capitale c’è chi la pensa in modo diverso.

Il messaggio municipale denominato “Aumento della capacità produttiva delle AMB tramite la partecipazione in Repartner” passerà martedì sera al vaglio del Consiglio comunale.

Un piano di importanti investimenti per nuovi impianti di produzione proposto dalla grigionese Repartner AG a diversi distributori di energia elettrica. Roba seria, nulla da dire.

A mente del Municipio, l’operazione garantirà alle AMB “una maggiore autosufficienza energetica e un approvvigionamento competitivo e sicuro”. Il fine, ma solo quello, è nobile e condivisibile.

In soldoni, un investimento di poco meno di 10 milioni nell’immediato (= denaro da servire al buio nel piatto della Repartner AG, senza vedere prima un solo nuovo impianto realizzato) e di complessivi 35 milioni nei prossimi nei prossimi 20 anni. Un utilizzo di risorse molto importante. Continua a leggere

Seduta Consiglio comunale 16 e 17 dicembre e 20 ev. 21 gennaio 2014

Questa sera e domani sera alle ore 20.00 è stato convocato il Consiglio comunale per la seduta ordinaria la quale prevede le seguenti principali trattande:

Lunedi 16 dicembre 2013

  • M.M.N. 3770 Bilancio preventivo 2014 e piano finanziario 2014/2017
  • M.M.N. 3771 Mandato di prestazione per la gestione del servizio sport della città
  • M.M.N. 3768 Piano generale di smaltimento delle acque
  • M.M.N. 3779 Contributo alla Repubblica e Cantone Ticino per le opere di moderazione del traffico e per la formazione del marciapiede lungo via Galbisio

Martedì 17 dicembre 2013

  • M.M.N. 3725 Aumento della capacità produttiva delle AMB tramite la partecipazione in Repartner
  • M.M.N. 3781 Completazione del diritto di superficie in favore della Fondazione IRB sul mappale no. 3589 RFD Bellinzona

Cubotti sbagliati, ottenuto sconto del 20%

Carasso: la Cpa Sa ha dovuto abbassare il prezzo, mea culpa del Municipio

Una riduzione del 20% (15mila franchi) del costo del materiale fornito e il prolungamento a cinque anni del termine di garanzia. È quanto le Aziende municipalizzate di Bellinzona (Amb) hanno ottenuto dalla Cpa Costruzioni Pavimentazioni Asfalti Sa di Lugano (impresa amministrata dalla municipale leghista e consigliera nazionale Roberta Pantani) per aver fornito e posato dadi di granito non solo provenienti dal Portogallo anziché dal Ticino, come lasciato intendere durante la gara d’appalto, ma soprattutto di dimensioni sbagliate (6×8 anziché 8×11) rispetto a quelli già esistenti nella strada in questione. Ha un epilogo solo parzialmente soddisfacente il ‘pasticciaccio brutto’ di via Mezzavilla a Carasso, di cui si apprende nella risposta data dal Municipio alla seconda interrogazione inoltrata dai consiglieri comunali Ppd Nicola Pasteris e Michele Genini. Continua a leggere

Via Mezzavilla a Carasso: granito portoghese! E quello ticinese?

Ringraziando delle risposte contenute nello scritto del 4.10.2012 alle domande poste nella precedente interrogazione del 30 agosto 2012, Nicola Pasteris e Michele Genini (quali primi firmatari) chiedono al Municipio quanto segue:

  1. Perché si è provveduto a posare dei dadi di granito aventi misure inferiori a quelle contenute in capitolato (6/8 cm anziché i previsti 8/11 cm)?
  2. La ditta Bassani di Faggeto Lario (Como), che ha fornito alla ditta CPA di Lugano del granito portoghese aventi dimensioni 6/8 cm, avrebbe avuto la possibilità di fornire dadi conformi (8/11) secondo quanto richiesto nel capitolato?
  3. Considerato che il “Municipio è stato tempestivamente informato della non conformità del materiale (dimensione dadi)…” per quale motivo non sono stati interrotti i lavori per tempo e si è comunque provveduto a posare l’intera superficie prevista, ovvero 400 m2 di granito portoghese, benchè non conforme?
  4. Quando sono iniziati, rispettivamente ultimati, i lavori di pavimentazione in granito? Quando e da chi è stato informato il Municipio della non conformità? Ritiene il Municipio che il DOP del Comune ha svolto il proprio compito in maniera ineccepibile? Continua a leggere

Granito (ti)Cinese ?

E’ stata depositata in data odierna presso la Cancelleria comunale di Bellinzona l’interrogazione denominata “Via Mezzavilla a Carasso: granito (ti)Cinese?”. La stessa è stata redatta dai Consiglieri comunali Nicola Pasteris e Michele Genini e sottoscritta da tutti i colleghi PPD del legislativo cittadino.
L’interrogazione al Municipio cittadino chiede risposta alle seguenti domande:

  1. Quante e quali imprese hanno partecipato al concorso d’appalto indicato precedentemente?
  2. Quale ditta ha vinto il concorso d’appalto per le opere di pavimentazione?
  3. Chi ha eseguito la direzione lavori e conseguenti controlli dell’opera indicata?
  4. L’opera è stata eseguita conformemente al capitolato d’appalto?
  5. Il materiale utilizzato è conforme a quanto richiesto nel capitolato?
  6. Per le opere in oggetto sono state rispettate la Legge sulle commesse pubbliche (LCPubb) ed il Regolamento d’applicazione della legge cantonale sulle commesse pubbliche (RLCPubb)?
  7. Il Municipio e le AMB che lo rappresentava nell’appalto sono al corrente delmateriale utilizzato per i lavori di pavimentazione? Se no, per quale motivo non si sono curati di sapere se il materiale utilizzato rispettava le norme richieste nel bando?

Link testo completo interrogazione
Articolo La Regione del 31.8.2012