Finalmente grandi … ma si è ristretta la Polizia!

poliziaIn riferimento alle risposte date dai sindaci di Bellinzona e Giubiasco nell’intervista apparsa ieri sulla ‘Regione’, mi sento in dovere di esprimere alcune mie brevi riflessioni.

Come tutti sanno, i compiti  che la Polizia comunale deve svolgere sono aumentati nel corso degli anni, ma purtroppo non si può dire la stessa cosa degli effettivi che operano in tale servizio.
Mario Branda e Andrea Bersani sostengono, da una lato, che attualmente non sembra vi sia una situazione d’emergenza nella sicurezza tale da giustificare un incremento degli effettivi del corpo; dall’altro, spiegano che nei prossimi anni sarà previsto un certo potenziamento. Tuttavia, la ricerca e la formazione di nuovi agenti richiede tempo e non è sempre facile trovare personale adeguato; allora cosa aspettiamo? Che la situazione diventi d’emergenza così da dover nuovamente ‘elemosinare’ agenti da altri corpi di polizia come ha fatto Giubiasco nel 2016 quando si è trovato in carenza di personale?

Le linee guida indicate da tempo dal Cantone sono frutto di studi ben precisi e non semplici considerazioni, pertanto vanno prese con la dovuta attenzione. Con questo non voglio dire che bisogna per forza portare un agente ogni 500 abitanti, ma unicamente incrementare l’effettivo del corpo affinché possa garantire un adeguato servizio alla cittadinanza.

Concordo quando si dice che la nuova Bellinzona dovrà  tener conto delle esigenze di bilancio e di altri servizi anch’essi importanti, ma non investire nella sicurezza e prevenzione, diminuendo nel contempo il servizio e la vicinanza al cittadino, lo ritengo un azzardo.

Alla speranza che la tranquillità della nostra regione continui a persistere anche in futuro, preferisco avere la certezza che la popolazione di Bellinzona possa contare su enti di primo intervento strutturati ed efficienti, pronti a ogni situazione.

Forza! Adoperiamoci tutti affinché la sicurezza come pure gli altri servizi risultino adeguati. Solo così potremo finalmente affermare che siamo diventati grandi.

Articolo pubblicato su La Regione 30 marzo 2017

Bellinzona ha grandi potenzialità che dobbiamo sfruttare!

Michele Genini, 40 anni, papà di due figli. Grande appassionato di sport, soprattutto di ciclismo, è attivo nell’ambito assicurativo da più di dieci anni. Bellinzonese doc, con una lunga militanza in Consiglio comunale, si dice attento a tutto quello che ruota attorno alla Città. Affronta questa sfida con impegno e motivazione, convinto di poter dare una mano alla crescita del nuovo Comune.

Per quale motivo ha deciso di correre per il Municipio di Bellinzona?
Credo di aver maturato un’esperienza politica e professionale adeguata per ambire a questa prestigiosa carica. Conosco bene la realtà politica di Bellinzona e ho anche lavorato nell’amministrazione comunale; vantaggi questi che mi permettono di avere una visione a trecentosessanta gradi e che potrei sfruttare per far crescere questa bellissima realtà.
Sono bellinzonese, amo questa Città e vorrei poter dare il mio contributo. Cosa mi piace di Bellinzona? L’essere a portata d’uomo, ma con un pensiero di grande città. Abbiamo tanto da offrire, un potenziale incredibile che spesso non sfruttiamo…

Cosa si aspetta dal nuovo Comune?
Innanzitutto che si mantengano tutti quei servizi che i cittadini si aspettano dopo l’aggregazione. Insomma, che quello che oggi hanno dai rispettivi tredici comuni venga implementato nella grande Bellinzona. Inoltre, lavorare da subito per migliorare. Ritengo non abbia senso fare un’aggregazione per avere le medesime prestazioni e per questo dobbiamo impegnarci per dare ancora di più alla nostra gente. E poi, aspetto forse ancor più importante, voglio una politica propositiva e da grande città, non più da piccolo paese!

Quali dovranno essere le priorità di e per Bellinzona?
Prima di tutto, come detto, i servizi. Ripeto: mantenere ciò che abbiamo e migliorare i punti in cui oggi siamo carenti. Un altro tema centrale è e sarà il lavoro. Bisogna creare, dare la possibilità a ditte e imprese di istallarsi nel nostro Comune. Questo porterà molteplici vantaggi: maggiori posti di lavoro, gente che sceglierà Bellinzona per vivere e nuove imprese. Oggi, con AlpTransit, Bellinzona è sempre più vicina alla Svizzera centrale, sarà essenziale sfruttare questo aspetto. Continua a leggere

Nuova Bellinzona, basta fare l’addormentata tra i castelli!

E’ ben risaputo, le attività commerciali del centro storico cittadino non stanno passando momenti euforici e di abbondanza, ma direi piuttosto il contrario; “num da borgh” ci dimentichiamo però che questo problema è condiviso da tutti i centri dei futuri quartieri della nuova Bellinzona, a vantaggio dei centri commerciali ubicati nella periferia, che non sono parte di questo disegno aggregativo.

Per invertire la tendenza, bisogna avere il coraggio di permettere agli indigeni in primis, e ai turisti poi, di permettere di raggiungere e poi rimanerci, il nucleo della città, e del proprio centro di quartiere. La pragmatica e realistica pubblicità natalizia dei commercianti giubiaschesi deve far pensare, “meglio una gallina domani, che un uovo oggi”, eh si, e quindi perché non offrire la possibilità di poter parcheggiare per esempio fuori dagli orari di punta in maniera gratuita.

Chi fino a qualche anno fa andava in centro durante il mezzogiorno per mangiare, oggi preferisce andare al centro commerciale, perché comodo e non paga il parchimetro; i ristoratori non hanno ringraziato di certo per questa poco edificante iniziativa. Continua a leggere

Cerimonia di fine anno, discorso augurale

corte municipioSignor Presidente del Consiglio di Stato,
Signor Sindaco,
Signori Municipali,
cari colleghi Consiglieri comunali, lodevoli autorità cantonali e comunali,
stimata cittadinanza,
gentili Signore egregi Signori,

prendere la parola dopo il Sindaco e in special modo dopo il Presidente del Consiglio di Stato vi posso assicurare che non è affatto semplice.

Tuttavia mi aiutano i molti ed importanti progetti in corso, alcuni dei quali meritano almeno un breve accenno.

Negli ultimi anni ne sono infatti stati lanciati o realizzati di cui ora cominciamo a vederne concretamente i frutti.

Penso alla nuova sede del Tribunale penale federale, all’auspicato trasferimento del Tribunale penale cantonale, come pure all’imminente progettazione del nuovo Istituto di ricerca in Biomedicina.

Ma Bellinzona non si ferma, anzi è determinata a tenere il passo con il mondo che cambia sempre più fretta: in futuro viaggeremo con l’alta velocità sui binari grazie ad Alptransit, la cui prima fermata al sud delle Alpi sarà la rinnovata stazione FFS di Bellinzona e grazie alla collaborazione tra AMB e Swisscom navigheremo su una moderna rete di fibre ottiche nel nostro comprensorio.

In prospettiva, l’aggregazione della nuova Bellinzona rappresenterà la naturale evoluzione di una regione che ha lavorato e sta’ lavorando per affrontare le sfide e le opportunità future.

L’avvicendamento del segretario comunale e del responsabile delle finanze nelle persone di Philippe Bernasconi e Davide Caccia contribuirà inoltre a guardare avanti con passione e soprattutto con competenza.

Bellinzona è pronta! Questo è il risultato di un impegno costante da parte di tutti: Municipali, Consiglieri comunali e cittadini bellinzonesi che, mi sento di poter dire, hanno ripreso in mano le redini del proprio futuro.

Ed è quindi con motivata fiducia che desidero augurare a tutti i presenti un felice Natale ed un 2014 ricco di soddisfazioni. Auguri.

Seduta Consiglio comunale 7,8,14 ev.15 ottobre 2013

Lunedì 7, martedì 8, lunedì 14 ev. martedì 15 ottobre alle ore 20.00 è stato convocato il Consiglio comunale per la seduta straordinaria la quale prevede le seguenti principali trattande:

Lunedì 7 ottobre 2013

  • M.M.N. 3744 Riforma dell’amministrazione comunale e nuovo Regolamento Organico dei Dipendenti
  • Mozione no. 283 di Michele Genini e conf. relativa al prolungamento del congedo paternità da 2 a 10 giorni

Martedi 8 ottobre 2013

  • M.M.N. 3754 Manutenzione straordinaria e adeguamento delle infrastrutture della Casa anziani comunale, credito quadro 2013-2016
  • M.M.N. 3745 Prolungamento di un diritto di superficie a favore di Espo Centro SA a carico del mappale 5677. Aggiornamento della convenzione
  • M.M.N. 3746 Rifacimento del tetto e sostituzione delle finestre e degli elementi frangisole allo stabile ” Ex-Infermeria”
  • M.M.N. 3752 Concessione alla Fondazione STCA “Ingrado” e alla fondazione OTAF del diritto di superficie di mq 1000 sulla particella nr. 4129 RFD Bellinzona
  • Mozione no. 291 di Roberto Mercoli relativa alla creazione di un parco per cani

Lunedì 14 ottobre 2013

  • M.M.N. 3766 Concernente lo stanziamento di due crediti e la convezione per la ripartizione dei costi di gestione corrente e di investimento del progetto aggregativo del Bellinzonese
  • M.M.N. 3745 Variante di Piano regolatore comparto via Tatti
  • Mozione no. 285 di Paolo Locatelli e Giorgio Soldini sulla scuola comunale dell’infanzia: una possibilità per tutti
  • Mozione no. 301 di Rocco Taminelli e conf. relativa alla modifica dell’art.66 del Regolamento comunale della Città di Bellinzona

Le trattande previste all’ordine del giorno possono slittare alla seduta successiva se la discussione si protrae oltre le ore 23.00, rispettivamente possono essere anticipate se quanto previsto per la serata è esaurito prima di tale ora.

Link convocazione

Discorso quale Presidente del Consiglio comunale

bellinzonaOnorevole signor Sindaco, onorevoli signori Municipali, gentili colleghe, stimati colleghi di Consiglio comunale, gentili signore, egregi signori, cari amici.

Voglio innanzitutto ringraziare il mio gruppo che per voce di Rocco Taminelli mi ha proposto a questa prestigiosa carica la quale, di regola, corona una lunga carriera di consigliere comunale quale riconoscimento per il lavoro svolto nel corso degli anni in favore della cosa pubblica.
Con estrema sincerità, oso sperare che questa mia nomina non rappresenti un punto d’arrivo. Dopo 5 anni in Consiglio comunale, non reputo certo di aver raggiunto il culmine della mia carriera politica, sono convinto anzi che posso ancora dare molto alla mia amata Città. Nella decisione di sostenere la mia candidatura leggo piuttosto la speranza e la determinazione di guardare al futuro puntando anche sulle nuove generazioni che con nuove idee ed energie potranno contribuire a costruire la grande Bellinzona di domani.

Desidero esprimere un grazie a voi cari colleghi Consiglieri comunali per avermi votato quale vostro presidente, un atto di fiducia che è per me un grande onore e una grande responsabilità. Vi assicuro che mi adopererò per fare in modo che le sedute di questo consesso possano svolgersi nel miglior modo possibile ma nel contempo vi chiedo anche comprensione se dovessi incorrere in qualche errore.
Ringrazio anticipatamente il Segretario, la Vicesegretaria e tutto il personale della cancelleria comunale per il prezioso aiuto e supporto che sapranno darmi durante questo anno di legislatura.
Concedetemi di dedicare un pensiero particolare a mia mamma Emanuela, che mi ha preceduto in questa carica nel 2009, per avermi trasmesso la passione per la politica e l’attaccamento alla cosa pubblica. Donna forte e generosa, sempre in prima linea per il Partito Popolare Democratico ma nel contempo attiva al di fuori degli steccati partitici per il bene del prossimo e per rendere più attrattiva la nostra città.
Un ringraziamento lo voglio infine riservare a mia moglie Raffaella e ai miei figli Leonardo e Valentina per il sostegno fin qui ricevuto e che son certo continuerete a darmi anche in futuro, comprendendo i sacrifici e le numerose assenze. Continua a leggere

Aggregazione del Bellinzonese

aggregazione17 Municipi hanno deciso di presentare insiemeun’istanza al Consiglio di Stato per dare avvio alla procedura di aggregazione del Bellinzonese.
Per numero di Comuni e dimensioni di territorio si tratta di una novità nella storia del Canton Ticino.
Queste serate, alle quali vi invitiamo cordialmente, non hanno per obiettivo quello di decidere l’aggregazione. Vogliamo innanzitutto spiegare le ragioni che ci hanno spinto a sottoscrivere l’istanza. Ma sopratutto ci interessa sentire la vostra opinione, capire le vostre attese e le vostre preoccupazioni.
È quindi con piacere che vi invitiamo mercoledi 27 febbraio, alle ore 20.15 presso il Centro Spazio Aperto di Bellinzona a discutere con noi di un progetto del quale voi siete gli attori principali. Continua a leggere

Comunicato stampa PPD sezione di Bellinzona. Semisvincolo e aggregazione

Migliorare la qualità di vita dei cittadini; contribuire allo sviluppo socio-economico della regione, evitando che importanti servizi dell’amministrazione emigrino altrove, impoverendo l’intero distretto; favorire la mobilità lenta, aumentare la sicurezza e sgravare dal traffico i Comuni della cintura. Questi alcuni degli obiettivi che si vogliono raggiungere con la realizzazione del semisvincolo, opera fondamentale per il Piano viario e pilastro per favorire l’aggregazione del Bellinzonese. La direttiva PPD, riunita lo scorso 3 luglio, ha quindi deciso di confermare il proprio orientamento, invitando i cittadini a votare NO al referendum contro il semisvincolo e appoggiando il principio di aggregazione del Bellinzonese. Continua a leggere